salute e benessere
Home | Esami medici | Specialità | Consigli | Contatto  
Dott. Rigoldi
Medico Chirurgo-Medico estetico

sedi operative nell'hinterland milanese

responsabile delle informazioni mediche del sito "ilcamicebianco.com"


Ricerche




Pediatria
Dolori addominali

Se il bambino ha dolore al basso addome e presenta due o più dei seguenti sintomi:
• temperatura superiore a 38° C
• enuresi (da tempo non bagnava il letto di notte)
• minzione dolorosa
• minzione frequente
• urine maleodoranti
probabilmente può esserci un'infezione delle vie urinarie soprattutto se si tratta di una bambina.
Se invece non presenta nessuno di questi sintomi ma ha il raffreddore e la gola irritata, è probabile che la causa sia l'infezione delle vie aeree superiori che spesso nei bambini sono accompagnate da dolore addominale.
Se il bambino si è lamentato spesso anche nei mesi precedenti di dolori addominali senza altra sintomatologia, possiamo inizialmente pensare che siano presenti dolori addominali ricorrenti tipici in circa il 10% dei bambini e la cui causa è spesso dovuta a tensione emotiva o insicurezza o il più delle volte sono inspiegabili.
Tuttavia non bisogna sottovalutare i sintomi; il fatto che il dolore possa anche non essere di natura fisica, non vuol dire che il bambino non lo avverta e ne sia infastidito.
Fatelo sdraiare sul letto e tenetelo al caldo, non bisogna costringerlo a mangiare ma insistere che beva in abbondanza.
Va comunque sottolineato che i dolori addominali ricorrenti non escludono la possibilità di disturbi più seri come ad esempio l'appendicite i cui sintomi possono variare da bambino a bambino: il dolore quasi sempre parte dall'ombelico per poi scendere verso la parte destra dell'addome controllare che non compaiano i sintomi: febbre, facile affaticabilità, difficoltà ad urinare.




Nel caso si verifichi un'appendicite, si dovrà ricorrere alla sua asportazione chirurgica.
L'appendice ha una forma allungata e sporge dall'intestino crasso nel punto in cui esso si congiunge all'intestino tenue.
Se la sintomatologia lascia supporre la possibilità di un'infiammazione dell'appendice (appendicite), occorre intervenire subito per evitare che l'appendice infiammata provochi un'infezione generalizzata dell'addome ossia una "peritonite".
L'appendicectomia viene eseguita in anestesia generale praticando una piccola incisione nell'addome; la guarigione è rapida e senza complicanze.




 






Riproduzione anche parziale dei contenuti. vietata
Redazione dei testi e contenuti medici a cura del dott. Rigoldi

[noprocess] [/noprocess]